XXV Giornata della memoria e dell'impegno


Il 21 marzo, il primo giorno di primavera, è una data segnata, come dice don Ciotti presidente di Libera Associazione, nelle nostre coscienze, prima che nei calendari. E' infatti una data che ricorda la nostra responsabilità e il nostro impegno nel fare memoria delle tante vittime innocenti di mafia e del dovere. La nostra scuola ha sempre aderito alla giornata del 21 marzo, che si è celebrata ogni anno in città diverse, per testimoniare il nostro essere portatori di una memoria collettiva e per non far morire l'esempio di chi ha creduto nei valori della legalità e giustizia. Siamo sempre stati in tanti nella giornata simbolo della lotta contro tutte le mafie. Abbiamo camminato assieme alle  istituzioni, le associazioni, gli studenti e le studentesse delle scuole di tutta Italia e  a tutti quelli che vivono l’ impegno contro la mafia tutti i giorni. Siamo sempre stati in tanti a voler “ togliere l’erba sotto i piedi alla cultura mafiosa “ . Siamo sempre stati in tanti a credere nel valore della cultura, antidoto contro tutte le mafie. La storia l’abbiamo fatta camminando , tutti assieme , con allegria e consapevolezza,  convinti che le idee di giustizia e legalità di tante persone oneste camminavano sulle nostre gambe.

Ieri come oggi, Il nostro 21 marzo  è il nostro impegno a continuare a fare memoria perchè cioè che è stato non vada perso. “ La mafia uccide, il silenzio pure “ è scritto sul nostro  striscione che ci ha accompagnato nelle manifestazioni . Allora noi dobbiamo fare rumore “ alla illegalità” e liberare le parole di gratitudine verso le persone oneste che hanno fatto il proprio dovere.

Quest'anno la manifestazione prevista a Palermo è stata , per l'emergenza sanitaria, rinviata.  Libera e la Rai insieme per la XXV Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie ha realizzato il seguente Spot.

 

 

Pubblicata il 21-03-2020