Istituto Statale Istruzione Superiore Keynes Gazzada Schianno J.M. Keynes

Istituto Statale Istruzione Superiore
L’Economia vicino a me - LINDT: una carriera che sa di cioccolato

L’Economia vicino a me - LINDT: una carriera che sa di cioccolato

Proseguono gli incontri con professionisti ed esperti di vari settori merceologici per il progetto “L’economia vicino a me” al fine di orientare i Nostri Studenti nella scelta universitaria o semplicemente  traghettarli virtuosamente verso il mondo del lavoro.

Le classi quinte del settore economico hanno incontrato alcuni rappresentanti della Lindt con sede a Induno Olona, tra i quali la dott.ssa Silvia Buizza, responsabile per le Risorse Umane, la dott.ssa Alberta Orefice, responsabile per il Trade Marketing, Lorenzo Lombardi, Key Account Manager, la dott.ssa Giulia Bellomo, referente per il settore Marketing e il dott. Roberto Severgnini, responsabile per il Retailing.

La conferenza si è aperta con la dott.ssa Silvia Buizza che ha illustrato le principali attività dell’azienda e la sua storia che vanta di avere oggi un fatturato di più di 4 miliardi di Franchi svizzeri. Ha inoltre recentemente conseguito il “Premio Industria Felix” che viene dato a chi con inventiva, zelo e determinazione è riuscito con le proprie capacità a costruire attività, capaci di dare frutti in termini di benessere sociale e progresso economico.

Quale modo migliore per spiegare ai Nostri Studenti che qualsiasi lavoro si scelga di fare nella vita deve essere svolto con professionalità, passione e dedizione?

Alla domanda: - “Quali sono le figure ricercate in Lindt?” – Silvia Buizza ha risposto che per “una carriera che sa di cioccolato” servono le persone che lavorano, professionisti di talento, con esperienze e competenze diverse, che ogni giorno si mettono in gioco per portare avanti un percorso segnato dalla qualità e dall’eccellenza. È grazie al loro impegno che Lindt può realizzare la propria MISSION: essere i maestri del cioccolato.

Tra le posizioni più ricercate vi sono quelle relative al settore del Marketing, Ricerca e Sviluppo, Retailing, Risorse Umane, Sales Traditional Trade, Sales Modern Trade, Finance e Operations.

A seguire l’intervento della Trade Marketing Specialist, la dott.ssa Alberta Orefice che ha spiegato ai ragazzi cosa vuol dire Trade Marketing e le competenze necessarie per esso (doti organizzative, gestione dello stress, creatività, forte propensione all’analisi dei dati, capacità relazionali, capacità di lavorare in squadra).

L’intervento della dott.ssa Orefice è stato poi incalzato da quello del key account e maȋtre chocolatier Lorenzo Lombardi, responsabile dei prodotti per uso professionale che rappresenta l’azienda nei contatti con i clienti e ha una conoscenza molto approfondita su tutto ciò che riguarda il cioccolato: controllo della materia prima, creazione di nuovi prodotti e controllo qualità.

Gli ultimi due interventi della mattinata sono stati quelli della dott.ssa Giulia Bellomo, responsabile Marketing di Lindt e del responsabile del negozio di Induno Olona, Roberto Severgnini. Il Marketing riveste una funzione centrale all’interno dell’azienda. Si parte sempre da un bisogno, per cui la prima attività è andare a caccia dei bisogni dei consumatori. In base ai bisogni, si sviluppa un prodotto da lanciare sul mercato. Per creare un nuovo prodotto bisogna lavorare con le cosiddette 4 P di Kotler: price (prezzo), product (prodotto), promotion (promozione) e place (canale di comunicazione).

Con il Marketing si entra nelle case di tutti, regalando momenti piacevoli e imparando dalle scelte dei consumatori, dato che raccoglie informazioni e collabora con le ricerche di mercato.

Roberto Severgnini in qualità di responsabile del negozio di Induno Olona, lavora nel retail, cioè cura le vendite ai bar, pasticcerie e negozi. Valuta l’andamento dei key performance indicators, valuta per famiglia merceologica, valuta l’andamento delle promozioni e l’operato del personale. Ordina i prodotti, gestisce i rapporti con i consumatori sul punto di vendita gestisce lo staff che opera nel negozio, conosce alla perfezione la normativa sulla sicurezza sul lavoro e sulle norme igieniche. Deve comportarsi come un imprenditore, come se il negozio fosse il suo.

Insomma una vera lectio magistralis: tutti i relatori hanno ribadito a più riprese come le persone rappresentano la forza in Lindt, poiché vi è la convinzione che tutti possano fare la differenza con il proprio impegno ed è per questo che rispetto e attenzione per le persone sono punti cardine della visione aziendale. Una retribuzione competitiva e una realtà lavorativa moderna e positiva di cui sentirsi parte rappresentano un importante valore aggiunto per chi lavora nell’azienda.

L’incontro si è concluso con una dolce sorpresa per gli alunni delle classi quinte…ovviamente a base di cioccolato!

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.